domenica, Aprile 14, 2024

Sicurezza sul lavoro. Cdm approva decreto-legge sul PNRR. In arrivo “patente a crediti” per le imprese edili. Ma associazioni e sindacati non sono soddisfatti

Must read

ll 26 febbraio, un importante incontro si è svolto a Palazzo Chigi, durante il quale il Governo ha discusso con le parti sociali e le associazioni rappresentanti delle imprese edili sul tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Confcooperative, Legacoop, Ance, Casartigiani, Cna, Confapi, Confartigianato, Confindustria e Confimi Industria hanno chiesto un incontro con i vertici dell’esecutivo per esprimere le proprie richieste su un tema che riempie troppo spesso le pagine della cronaca nera nazionale.

Durante le ore pomeridiane, in Consiglio dei Ministri, è stato approvato uno schema di decreto-legge sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che include anche importanti misure per il settore delle costruzioni. Tra queste, spicca l’introduzione della “patente a crediti”, un nuovo sistema di qualificazione obbligatoria per imprese e lavoratori autonomi che operano nei cantieri edili. Questo sistema di qualificazione mira a garantire standard di competenza e sicurezza elevati nel settore, riducendo al contempo il rischio di lavori irregolari e pericolosi.

“Diamo attuazione al piano nazionale per la lotta al lavoro sommerso 2023-2025, con un approccio delle tre “C”: controlli, contrasto e compliance”, ha dichiarato il ministro del Lavoro Marina Calderone, che sulla patente a crediti afferma: “La introduciamo dopo 16 anni e la svilupperemo con le parti sociali e le organizzazioni di categoria dell’edilizia”.

La patente parte da 30 punti e viene rilasciata a imprese e lavoratori autonomi dell’edilizia che rispettino tutti i requisiti. I punti verranno decurtati in caso di illeciti o irregolarità, fino ad arrivare alla sospensione delle attività e al pagamento di una multa fino a 12 mila euro. Un incidente mortale apporta la decurtazione massima, ovvero 20 crediti e sospensione dell’attività, che può ripartire a seguito della partecipazione ad un corso di formazione e dopo aver ottenuto un minimo di 15 crediti.

La misura non sembra aver ottenuto l’approvazione di sindacati e imprese. Cgil e Uil bocciano il testo e annunciano battaglia, mentre alcune associazioni di categoria, come Cna, definiscono il testo non idoneo a garantire il rafforzamento della sicurezza”. anche Confartigianato ha espresso parere contrario.

Ance, rappresentata dal suo presidente Federica Brancaccio ha rilasciato alcune dichiarazioni evidenziando la necessità di stringere le maglie sulle sanzioni amministrative e di implementare un sistema di controllo più rigoroso per le imprese edili.

Brancaccio ha sottolineato l‘importanza di un “pactum” di cantiere e un monitoraggio costante, coinvolgendo tutte le parti sociali per affrontare in modo efficace le complesse dinamiche del settore. Ha evidenziato la crescente problematica delle imprese e dei lavoratori che operano nei cantieri senza una sufficiente qualificazione, sottolineando la necessità di regolamentare l’accesso al settore edile.

Il decreto approvato prevede anche misure volte a contrastare il lavoro nero, potenziando le attività di controllo e accertamento delle violazioni in ambito contributivo e sulla sicurezza sul lavoro. Tra le misure contenute nel decreto si prevede l’estensione del regime di solidarietà nell’obbligazione retributiva e contributiva, oltre a verifiche di congruità del costo della manodopera negli appalti pubblici e privati. Inoltre, il decreto introduce incentivi per i datori di lavoro che dimostrino comportamenti virtuosi nella gestione dei rapporti di lavoro e sanzioni penali più severe per chi si rende responsabile di somministrazione fraudolenta di lavoratori o sfruttamento di minori.

Il decreto-legge si propone anche di agevolare il lavoro domestico, prevedendo esenzioni dal versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi per i datori di lavoro che assumono assistenti per anziani con specifiche condizioni economiche.

In Primo Piano

GIC 2024 convegni

Tutti i convegni del GIC 2024

A meno di una settimana dall'inizio della quinta edizione del GIC 2024, sveliamo ai lettori di Concrete News il fitto palinsesto di convegni che,...

Al GIC 2024 il convegno sul noleggio di macchine e attrezzature

Nel convegno, organizzato da Rental Blog, in collaborazione con Assodimi, il focus sul noleggio di attrezzature e macchinari nella filiera del calcestruzzo Prendendo come forum...
nuovo escavatore Develon DX140RDM-7

Develon lancia DX140RDM-7, il nuovo escavatore da demolizione con triplice configurazione

Ad un anno esatto dalla sua nuova brand identity come marchio del gruppo HD Hyundai Infracore, Develon ha lanciato un nuovo escavatore da demolizione,...

Latest articles

GIC 2024 convegni

Tutti i convegni del GIC 2024

A meno di una settimana dall'inizio della quinta edizione del GIC 2024, sveliamo ai lettori di Concrete News il fitto palinsesto di convegni che,...

Al GIC 2024 il convegno sul noleggio di macchine e attrezzature

Nel convegno, organizzato da Rental Blog, in collaborazione con Assodimi, il focus sul noleggio di attrezzature e macchinari nella filiera del calcestruzzo Prendendo come forum...
nuovo escavatore Develon DX140RDM-7

Develon lancia DX140RDM-7, il nuovo escavatore da demolizione con triplice configurazione

Ad un anno esatto dalla sua nuova brand identity come marchio del gruppo HD Hyundai Infracore, Develon ha lanciato un nuovo escavatore da demolizione,...

More articles

Prefabbricazione, al GIC 2024 Colle Spa presenta la sua offerta di macchinari per la...

La storia della Colle Spa è uno di quei racconti di impresa che provocano, in chi scrive, l'emozione di essere in presenza di una...

Alle porte del futuro d’Europa

Stiamo ultimando il numero 2/2024 di Concrete News (Marzo-Maggio), che contiene, tra le altre tematiche, una guida all'imminente GIC-EXPO, che riunirà, in un'unica location,...
Due nuove Potain a braccio impennabile

Due nuove Potain a braccio impennabile, lanciate le MR 309 e 329

Manitowoc lancia due nuovi modelli di gru Potain con braccio impennabile, la MR 309 e la MR 329, disponibili nelle varianti con capacità massima...

Tag