mercoledì, Febbraio 21, 2024

Metropolitana di Milano, ripristinato a tempi record il pilastro danneggiato a Palestro

Must read

Erano circa le 4 del mattino di martedì 28 novembre quando, durante la normale manutenzione notturna a cura del personale di ATM, un mezzo operativo ha urtato uno dei pilastri che separano i binari della metropolitana M1, all’interno della galleria di Palestro, danneggiandolo. Immediatamente è stato istituito il blocco totale della circolazione dei mezzi, per permettere agli operai di mettere in sicurezza la struttura. La città è stata quindi svegliata dalla notizia del blocco alla circolazione sulla linea rossa, probabilmente la più trafficata del capoluogo lombardo. Il tilt ha causato innumerevoli disagi a pendolari e cittadini, ma serve sottolineare la staordinaria cooperazione della macchina di lavoro che si è attivata per ripristinare, nel giro di poche ore, lo stato di sicurezza della galleria.

Ma vediamo nel dettaglio lo stato del danno riportato dalla struttura e la conseguente opera di risanamento. Il segmento danneggiato all’interno della struttura metropolitana ha evidenziato segni inequivocabili di deformazione, conseguenti all’urto con il mezzo d’opera, sebbene lo stesso non abbia causato il cedimento della sovrastante trave. Tuttavia, i danni rilevati indicavano chiaramente problemi significativi legati alla compressione strutturale. Questa situazione ha generato preoccupazione riguardo alla possibilità che, nel corso dei prossimi giorni, l’intera struttura potesse cedere, comportando un rischio reale di danneggiamento sia della trave che della volta del tunnel.

Un’ immagine dalle chat dei dipendenti ATM che fotografa la trave danneggiata

Inizialmente, gli operai dell’ATM hanno provveduto a supportare la trave danneggiata, attraverso l’installazione di strutture temporanee volte a scaricare il peso della trave direttamente a terra, evitando qualsiasi pressione sulla colonna compromessa. Una volta che la struttura è stata resa sicura, il pilastro danneggiato è stato rimosso. Successivamente, è stata calata e fissata una nuova struttura in acciaio, solidamente ancorata sia alla trave che alla base attraverso diversi bulloni. Infine, smontate le strutture temporanee, il peso della trave è stato trasferito alla nuova colonna, il tutto in un lasso di tempo ridotto.

La scelta di sostituire il pilastro con una struttura in acciaio è stata dettata principalmente da ragioni operative. Un nuovo pilastro in calcestruzzo armato avrebbe difatti richiesto delle tempistiche molto più lunghe affinché la struttura fosse nuovamente funzionale. Ciò principalmente a causa della fase di maturazione prolungata del cemento. Al contrario, l’impiego della struttura in acciaio ha richiesto “solo” l’assemblaggio, la discesa in galleria e il posizionamento, abbreviando così notevolmente i tempi di intervento. La soluzione è stata messa a punto anche grazie a una consulenza degli ingegneri del Politecnico di Milano.

In Primo Piano

GIC, il calcestruzzo italiano alle porte dell’Europa. Cresce l’attesa per la quinta edizione della...

L'attesa sta crescendo e non è un modo di dire a scopo promozionale. L'interesse del pubblico di specialisti per il GIC, le Giornate Italiane...

Epiroc potenzia la gamma dei polverizzatori da demolizione con il Performance Booster

Epiroc, fornitore leader di soluzioni innovative per i settori edilizia e minerario, ha annunciato l’evoluzione più recente della sua gamma di polverizzatori da demolizione:...

Tragedia Esselunga a Firenze, le verifiche su un eventuale crollo strutturale

All'appello dei morti ora si aggiunge la conta degli irregolari. I lavoratori sembrano davvero le vittime predestinate del sistema di subappalti che stende un'ombra...

Latest articles

GIC, il calcestruzzo italiano alle porte dell’Europa. Cresce l’attesa per la quinta edizione della...

L'attesa sta crescendo e non è un modo di dire a scopo promozionale. L'interesse del pubblico di specialisti per il GIC, le Giornate Italiane...

Epiroc potenzia la gamma dei polverizzatori da demolizione con il Performance Booster

Epiroc, fornitore leader di soluzioni innovative per i settori edilizia e minerario, ha annunciato l’evoluzione più recente della sua gamma di polverizzatori da demolizione:...

Tragedia Esselunga a Firenze, le verifiche su un eventuale crollo strutturale

All'appello dei morti ora si aggiunge la conta degli irregolari. I lavoratori sembrano davvero le vittime predestinate del sistema di subappalti che stende un'ombra...

More articles

Bulmor e il sideloader-betoniera full electric

Una soluzione che porta una piccola rivoluzione ecosostenibile in tutti i piccoli cantieri edili. La propone l'austriaca Bulmor (con sedi operative anche in Olanda...

Carmix, 10 anni in India per una grande intuizione di mercato

All'evento importante e prestigioso di Technovation, in India - con la presenza di ospiti industriali e autorità di riguardo - Carmix ha ricordato,...

Stazione Venezia, metropolitana Linea C di Roma. Arrivata in cantiere l’idrofresa Soilmec

Al termine di un viaggio di oltre 320 chilometri da Cesena a Roma è arrivata a destinazione la Tiger SC-130 Plus di Soilmec, l’idrofresa, commissionata da Metro C...

Tag