Servisa e Indeco demoliscono il quartier generale di Deutsche Post a Berlino

0
180

Alla fine dello scorso anno Servisa ha concluso con successo la demolizione della sede centrale di Deutsche Post nel centro di Berlino. L’intervento è stato molto complesso per gli aspetti tecnici, ma anche per quelli logistici, visto che si trattava di operare nello stretto centro della capitale tedesca.

Il tempo assegnato per la demolizione è stato un altro fattore che ha reso il lavoro particolarmente difficile, perché ha messo a dura prova le capacità organizzative dell’impresa. Si trattava infatti di demolire un edificio di tre piani, operando in uno spazio molto confinato e limitando l’impatto sull’area circostante al cantiere. Da un punto di vista strutturale, l’edificio era realizzato con calcestruzzi ad alta resistenza (cioè con valori di resistenza a compressione monoassiale superiori a 45 MPa) e da armature che, nelle aree di fondazione e dei plinti, hanno raggiunto diametri di 50 e 80 millimetri.

L’intervento è stato completato con successo grazie all’impiego di attrezzature Indeco che hanno fatto la differenza da un punto di vista della produttività e quindi anche della tempistica. Oltre a un martello HP 5000, il più produttivo oggi disponibile sul mercato nella sua categoria, in cantiere è stato utilizzato un multifunzione IMP 25 Combi Cutter,risultato molto efficace e adattabile alle diverse situazioni operative. Grazie all’intercambiabilità degli utensili, a secondo della necessità, l’attrezzatura può essere infatti trasformata in demolitore, polverizzatore, o cesoia.

Il frantumatore IRP 18 X ha permesso invece il ricondizionamento volumetrico primario degli oltre 3.000 metri cubi di materiale di risulta prodotti durante la demolizione. Questa attrezzatura si è dimostrata particolarmente efficace, anche grazie alla sua geometria che permette di ottenere la minor variazione di forza possibile tra il momento iniziale (apertura massima) e quello finale (apertura minima), in modo da aumentare la costanza e l’efficacia nell’azione di frantumazione riducendo i tempi di lavoro e gli stress trasmessi all’escavatore. L’IRP 18 X ha inoltre assicurato una notevole produttività anche perché dispone di un sistema idraulico dotato di una “valvola di rigenerazione” che consente una più veloce chiusura a vuoto della ganascia mobile, così da applicare tutta la forza disponibile solo durante la frantumazione del materiale.