mercoledì, Luglio 17, 2024

Hitachi, quattro escavatori per il progetto “Bosco dello Sport”

Must read

Quattro escavatori cingolati Hitachi sono attualmente impegnati nel progetto denominato “Bosco dello sport”, un grande complesso sportivo immerso nel verde a ridosso dell’aeroporto “Marco Polo” di Venezia-Tessera. Voluto dal Comune di Venezia di concerto con la Città Metropolitana – e da completare entro la fine del 2026 – il cantiere prevede la realizzazione di un’arena palasport con capienza di 10.000 spettatori, uno stadio da 16.000 posti e uno spazio educational-sport con impianto natatorio di livello olimpionico.

Hitachi escavatori "Bosco dello Sport"

Tutto il complesso sarà immerso all’interno di un’area verde che prevede 100.000 nuove piantumazioni arboree e sarà collegato al sistema viario e alla bretella ferroviaria in costruzione che porterà all’aeroporto. Le opere di urbanizzazione con il completamento della nuova viabilità Tessera – Aeroporto sono affidate ad Adriastrade, azienda di Monfalcone (Gorizia), specializzata nella costruzione di infrastrutture stradali e autostradali, che fa parte dell’impresa Coletto di S. Biagio di Callalta (Treviso).

Leggi anche: Potenza senza frontiere. Gli escavatori Hitachi nei cantieri italiani

I mezzi attualmente all’opera sono gli escavatori ZX240N, ZX300 LCN, ZX350 LCN e ZX95USB-7 con braccio triplice. Quest’ultimo arrivato alcuni giorni fa con un lotto di miniescavatori composto da un secondo ZX95USB-7, due ZX38U-6 e due ZX65USB-6. La consegna è stata effettuata da Salomoni, dealer Hitachi per il Friuli Venezia Giulia e parte del Veneto, implementando la flotta di macchine di Adriastrade / Coletto, che conta oggi 17 escavatori Hitachi.

Hitachi escavatori "Bosco dello Sport"

“Pezzo forte” del gruppo di macchine impegnate a Tessera, è proprio il nuovo ZX95USB-7 triplice, che è anche il primo consegnato in Friuli Venezia Giulia. Dotato di motore da 50,4 kW Stage V, che non necessita di impianto SCR, ha un peso operativo di 9.150 – 10.200 kg e, rispetto al modello della precedente generazione, ha una maggior stabilità del 10% e una forza di scavo superiore del 4%, a tutto vantaggio della sicurezza e produttività. Le dimensioni compatte e il raggio di rotazione posteriore di 1.590 metri ne rendono ideale l’impiego in contesti urbani con poco spazio d’azione, ma lo ZX95USB-7 si dimostra efficiente in qualsiasi ambito. Punti di forza sono design, facilità di accesso, ergonomia della consolle e intuitività dei comandi. Un mix che crea un ambiente di lavoro confortevole per l’operatore, il quale, grazie al sistema di videocamere Aerial Angle, con vista di 270° dall’alto, gode di una completa visibilità dell’area circostante.

Ti potrebbe interessare: Francesco Quaranta è il nuovo CEO di Hitachi Construction Machinery Europe

In Primo Piano

Hydrogen-Expo 2024, a tutta energia il sodalizio tra Mediapoint e H2IT

In occasione della prossima Hydrogen Expo (negli spazi della fiera di Piacenza, dall’11 al 13 settembre) si rafforza il sodalizio tra H2IT, l’associazione italiana che rappresenta la...

Debutta la Potain MR 309 a Londra

L’impresa britannica Bennetts Cranes ha tenuto a battesimo in cantiere l’esordio della gru con braccio a volata variabile Potain MR 309 – la prima operativa a livello internazionale...

Operativa in otto minuti: approda in Italia la prima autogrù edile automontante Spierings

Sbarcano in Italia le rivoluzionarie autogrù edili automontanti del costruttore Spierings Mobile Cranes. La prima consegna in Italia viene effettuata alla Pizzolato Trasporti e Sollevamenti di Treviso, azienda che...

Latest articles

Hydrogen-Expo 2024, a tutta energia il sodalizio tra Mediapoint e H2IT

In occasione della prossima Hydrogen Expo (negli spazi della fiera di Piacenza, dall’11 al 13 settembre) si rafforza il sodalizio tra H2IT, l’associazione italiana che rappresenta la...

Debutta la Potain MR 309 a Londra

L’impresa britannica Bennetts Cranes ha tenuto a battesimo in cantiere l’esordio della gru con braccio a volata variabile Potain MR 309 – la prima operativa a livello internazionale...

Operativa in otto minuti: approda in Italia la prima autogrù edile automontante Spierings

Sbarcano in Italia le rivoluzionarie autogrù edili automontanti del costruttore Spierings Mobile Cranes. La prima consegna in Italia viene effettuata alla Pizzolato Trasporti e Sollevamenti di Treviso, azienda che...

More articles

Hydradig Pro, si amplia la gamma degli escavatori gommati JCB

JCB lancia il nuovo escavatore gommato porta attrezzi Hydradig Pro. Questo nuovo modello fa crescere la gamma Hydradig, portando a quattro il numero delle...

Nuovo Key Bridge di Baltimora, entro fine luglio il nome di chi lo costruirà

Questione di poche settimane, e sarà individuato in via definitiva - entro la fine di luglio - il partner per la ricostruzione del Francis...
Noleggio Lorini costruzioni JCB

Noleggio Lorini, nel cuore delle costruzioni con JCB

Fondata nel 1974 a Brescia la Noleggio Lorini è una realtà storica e consolidata nel panorama del noleggio che negli anni è stata in...

Tag