L’evoluzione della normativa tecnica nella Direttiva Macchine

0
53

L’evoluzione normativa tecnica nelle macchine per la produzione del calcestruzzo nelle norme europee armonizzate va di pari passo al cambiamento tecnologico delle stesse. Motivo per il quale, al fine di prevenire gli infortuni, è necessaria una revisione continua delle tutele e delle modalità di comportamento dei lavoratori.

Quanto appena riportato è stato anche sottolineato da parte dell’Inail nel suo decimo Rapporto sulla sorveglianza del mercato per la direttiva macchine, nel quale è stato fatto il punto su quanto sia importante comprendere il ruolo dell’evoluzione delle norme europee armonizzate, spesso citate nei documenti dell’Istituto di previdenza riguardo le verifiche periodiche delle attrezzature.

Le norme europee armonizzate: che funzione svolgono?

Le norme europee armonizzate, come riportato nella Guida all’applicazione della direttiva macchine 2006/42/CE, “forniscono  le specifiche tecniche che consentono ai fabbricanti di macchine di conformarsi ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute. Poiché le norme armonizzate sono sviluppate e adottate sulla base del consenso fra le parti interessate, le loro specifiche danno una buona indicazione dello stato dell’arte al momento della loro adozione”. E dunque l’evoluzione dello stato dell’arte “si riflette nelle modifiche o revisioni successive delle norme armonizzate”.

Ciò significa che il livello di sicurezza che garantisce l’applicazione di una norma armonizzata rappresenta la prova del nove a cui tutti i fabbricanti di categorie di macchine incluse nella norma devono sottoporsi. Anche per il produttore che sceglie soluzioni tecniche alternative, soluzioni che devono garantire un livello di sicurezza equivalente a quello ottenuto con l’applicazione della norma armonizzata di pertinenza. Le norme europee armonizzate, una volta adottate, diventano parte integrante del diritto dell’Unione e il loro uso conferisce ai fabbricanti in tutto il il mercato unico una presunzione di conformità dei loro prodotti alle prescrizioni della legislazione dell’Unione. Questo riduce i costi per i fabbricanti e consente alle piccole e medie imprese di immettere sul mercato prodotti conformi alla legislazione di riferimento, senza costi aggiuntivi.

Norme armonizzate alla direttiva macchine

Le tipologie di norme armonizzate che conferiscono una presunzione di conformità alla direttiva 2006/42/CE possono essere:

  • Norme di tipo A che specificano concetti base, terminologia e principi di progettazione validi per ogni categoria di macchine
  • Norme di tipo B su aspetti specifici della sicurezza della macchina o protezioni utilizzabili con una vasta gamma di categorie di macchine
  • Norme di tipo C che forniscono specifiche per una data categoria di macchine.