Neanche il tempo di iniziare gli interventi di ripristino e consolidamento delle opere che lo scorso anno sono state “vittime” del maltempo ed ecco che alle prime precipitazioni autunnali ci si ritrova punto e a capo.

In attesa che in questo Paese si attui una volta per tutte un ingente piano paesaggistico volto alla prevenzione di tragedie simili, ci si ritrova oggi di nuovo di fronte a strade interrotte, collegamenti saltati, case crollate e ovviamente morti e feriti. Dalla Valle d’Aosta al Piemonte, dalla Liguria alla Toscana e alla Sardegna il copione sembra purtroppo essere sempre lo stesso