Ancora una volta l’Italia si ritrova a fare i conti con il crollo di un ponte. Questa volta è accaduto ad Albiano, sul confine tra le province di La Spezia e Massa Carrara, in territorio toscano. In questo caso, fortunatamente, non si contano vittime, ma l’interrogativo sullo stato manutentivo delle infrastrutture italiane torna drammaticamente d’attualità.

Il ponte, interamente in calcestruzzo e situato sul fiume Magra tra i Comuni di Albiano e Santo Stefano Magra lungo la SP 62, era già finito al centro dell’attenzione nello scorso autunno a causa di una vistosa crepa formatasi sul tracciato stradale. Questa mattina (8/4), essendo periodo di quarantena, pochi veicoli stavano circolando in zona e solo due furgoni di piccole dimensioni sono rimasti coinvolti nell’accaduto. Uno dei conducenti è stato portato al pronto soccorso in codice giallo. Se lo stesso evento si fosse verificato in un qualsiasi giorno feriale di un periodo “normale”, assicurano gli abitanti della zona, le conseguenze sarebbero potute essere ben più pesanti.