“Le strade del futuro saranno sicure, monitorate, connesse e sostenibili. Ecco perché Anas, in linea con le amministrazioni stradali dei Paesi più evoluti e con gli indirizzi del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti,  sta lavorando su due obiettivi fondamentali: manutenzione programmata delle strade, per prevenire gli incidenti e garantire la sicurezza e digitalizzazione delle strade per connetterle alle vetture e preparare il campo all’avvento della guida autonoma, i cui test su strada libera, autorizzati dal Ministero, sono già in corso con successo  a Torino e a Parma”. Lo ha detto Massimo Simonini, amministratore delegato di Anas e presidente per l’Italia della Associazione mondiale della Strada (PIARC), inaugurando ieri il quadriennio di lavoro dei comitati tecnici italiani della World Road Association a Roma. La riunione dei comitati tecnici italiani PIARC segue il Congresso mondiale della Strada di Abu Dhabi dove 124 Paesi del mondo hanno condiviso le best practice nel settore stradale attuate a livello internazionale. “La nostra sfida – ha continuato Simonini – è quella di coniugare la massima apertura all’innovazione tecnologica con il massimo rispetto della sostenibilità e della sicurezza. È questo anche il senso degli investimenti di Anas nel progetto Smart road, nella strade connesse che forniranno agli utenti il massimo delle informazioni per favorire una guida sicura e intelligente”.

Simonini ha poi concluso dicendo che “Anas anche a seguito di un confronto con le migliori pratiche sulla digitalizzazione delle strade a livello mondiale, ha programmato di trasformare gradualmente 3mila km della sua rete in smart roads, connesse con i veicoli, sostenibili e sicure”.

Alla riunione dei comitati tecnici del PIARC hanno partecipato i massimi esperti di strade provenienti dal mondo delle amministrazioni stradali, dal mondo accademico, dei concessionari autostradali e delle imprese di settore. Domenico Crocco, dirigente Anas e primo delegato Piarc per l’Italia, ha evidenziato nel corso della riunione che ben 5 dei presidenti mondiali della World Road Association sono italiani, segno di un grande riconoscimento internazionale del sapere tecnico italiano nel settore delle strade. La World Road Association ha anche affidato a Saverio Palchetti, coordinatore tecnico dei lavori dei comitati italiani, l’incarico di Rappresentante dei Comitati Nazionali della World Road Association, il cui segretariato generale è a Parigi. Nel corso della riunione Leonardo Annese (ANAS, Commissione Comunicazione PIARC) ha presentato il nuovo sito PIARC ITALIA (www.piarcitalia.it), che sarà pronto a fine febbraio e consentirà ai soci italiani PIARC di comunicare in tempo reale con i soci degli altri 123 paesi dell’associazione consentendo una condivisione in tempo reale del sapere tecnico sulle strade e sulle migliori esperienze internazionali.

All’incontro, affidato al coordinamento organizzativo di Marina Gaita e Daniela Pastore, hanno preso parte numerosi dirigenti Anas impegnati in PIARC: Anna Botti, Ilaria Coppa, Giovanni Magarò, Roberto Mastrangelo, Enrico Mittiga, Stefano Oddone, Fabio Pasquali, Federica Ribechi, Lelio Russo.