Stop al transito di trasporti eccezionali, divieto di sorpasso per tutti i mezzi pesanti e obbligo per camion e Tir di viaggiare ad una distanza che va dai 50 ai 100 metri l’uno dall’altro per non appesantire le infrastrutture in condizioni critiche. La seconda “super” ispezione del commissario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Placido Migliorino colpisce pesantemente i viadotti dei tratti autostradali A12 e A10. Con forte rischio caos per il traffico e giorni di fuoco per tutti gli utenti che si troveranno a transitarvi. Ma non solo. Rischia di appesantire (se non paralizzare) la viabilità anche sulla stessa Aurelia dove a causa del divieto del transito dei trasporti eccezionali dovrebbero transitare i maxi camion con possibile blocco della circolazione.

Dei nove ponti controllati nella giornata di mercoledì le prescrizioni più dure riguardano i cinque viadotti gemelli “Campodonico” (si trovano tra i caselli di Rapallo e Chiavari), la rampa del casello autostradale di Chiavari, il Recco e il Voltri. Dove Migliorino ha disposto riduzioni di carreggiata, chiusure di corsie di sorpasso e limitazioni ai mezzi pesanti. E soprattutto il blocco dei trasporti eccezionali.

Aspi per correre ai ripari e cercare di fare in modo che i problemi dell’autostrada non si riflettessero sulla viabilità ordinaria ha istituito immediatamente un tavolo tecnico. Che fino a tarda sera ha disposto una serie di ispezioni approfondite che potrebbero rendere questa sospensione solo temporanea.