mercoledì, Giugno 29, 2022

Monache carmelitane al lavoro con una pala Bobcat per il restauro del loro convento

Must read

La rete ferroviaria Adriatica si potenzia grazie a una nuova galleria

Rete Ferroviaria Italiana ha annunciato l'apertura della linea adriatica ai treni con sagoma P80 da Bologna a Lecce, grazie all'apertura di una nuova galleria...

Grandi opere, sbloccate dai commissari altre 44 infrastrutture

Era attesa con impazienza e ieri è finalmente arrivata, la seconda lista di grandi opere commissariate straordinari dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità...

PANOLIN HLP SYNTH 46 entra nella prestigiosa Fluid Rating List 90245

PANOLIN HLP SYNTH 46 è stato inserito nel Fluid Rating List 90245 di Bosch Rexroth, come avvenuto per PANOLIN HLP SYNTH 32 nel 2017....

Al Bauma la nuova betoniera autocaricante Carmix 45FX

All’edizione 2019 del Bauma, Metalgalante presenta in anteprima Carmix 45 FX, la nuova macchina che si unisce ai modelli Carmix 25FX e Carmix ONE...

Dopo aver vissuto per più di due secoli nel monastero in piazza Hradčany, vicino al castello nel centro di Praga nella Repubblica Ceca, le monache carmelitane scalze si sono trasferite nel villaggio di Drasty, a est di Praga, per godere di più ampi spazi aperti ed essere più vicine alla natura e alla comunità.

Vista aerea del complesso del convento a Drasty

L’ex proprietà agricola scelta dalle monache a Drasty ha una lunga storia che risale al 1305, ma quando vi si trasferirono nel 2018, il complesso era fatiscente. Da allora le monache lavorano senza sosta per trasformarlo in un nuovo convento a servizio della comunità locale. Hanno adottato diverse tecniche per raggiungere il loro obiettivo, incluso l’impiego di una pala compatta gommata Bobcat 773 del 1997, che hanno imparato a usare personalmente.

Suore che restaurano il sistema di gallerie nel granaio

La pala 773, come molte altre macchine Bobcat coetanee, è ancora in buone condizioni grazie alla sua struttura robusta e alla manutenzione periodica, e può ancora essere utilizzata per eseguire lavori pesanti. Non essendo utilizzata regolarmente, i proprietari hanno deciso di prestarla alle monache, che la usano per trasportare i materiali in cantiere, con benna e forca per pallet.

Guidare una pala Bobcat di 25 anni è facile

Suor Milada, monaca dell’ordine, ha descritto il lavoro di costruzione con la pala Bobcat: “Quando abbiamo comprato la proprietà Drasty, era una discarica ed era piena di alberi maturi. Poiché non avevamo abbastanza soldi per farlo sistemare per intero, abbiamo deciso di occuparci personalmente di parte del lavoro, con l’aiuto di volontari. Ci siamo rapidamente rese conto che avevamo bisogno di macchine e attrezzi per queste difficili operazioni iniziali, quindi alcune di noi hanno imparato a guidare il trattore, usare la motosega o il decespugliatore e a usare la pala Bobcat. Quest’ultima ci è stata di grande aiuto all’inizio per trasportare materiali pesanti, in particolare grossi ceppi di alberi da bruciare, poi per trasportare pallet di mattoni, terra, pietre, e infine per sistemare il prato e aggiungere ghiaia sui sentieri del parco.”

“All’inizio noleggiavamo all’occorrenza macchine con operatore incluso, ma presto ci siamo rese conto che avremmo potuto usarne alcune personalmente. La pala Bobcat ci era stata prestata a lungo termine, e Suor Terezka e Suor Sára avevano capito che, dopo aver rinnovato la loro patente, bastava loro davvero poco per utilizzare macchine come la pala Bobcat”.

La testimonianza di Suor Terezka

“Il funzionamento della pala è semplice e intuitivo e mi piace la sua versatilità, può infatti essere usata per molte funzioni. È ottima per movimentare materiali pesanti, evitandoci di trasportarli a mano con la carriola. Ci permette inoltre di raggiungere zone di difficile accesso ed è pratica per numerosi lavori di livellamento e riassetto del terreno. La pala ci ha consentito di portare a termine diverse opere, facendoci risparmiare tempo ed energia”, conclude Suor Terezka, principale operatrice della pala.

Una trasformazione graduale

La ricostruzione del complesso del convento è stata graduale. Nel mese di marzo 2020, le monache hanno aperto la casa padronale, in cui alloggiano temporaneamente, ma con l’obiettivo di adibirla a centro di accoglienza. Nell’ottobre dello scorso anno, un’impresa edile ha avviato i lavori di costruzione di un nuovo convento e una nuova chiesa, sulla base di un contratto concluso con le monache. Con l’aiuto di volontari, hanno lavorato tre anni per preparare il terreno della proprietà ai lavori di costruzione. 

Da rovine a nuovo centro spirituale e culturale

La comunità delle monache carmelitane scalze di Drasty si trova ad affrontare un grosso problema. Hanno già realizzato tanto, ma c’è ancora molto lavoro da fare. L’obiettivo è quello di continuare con la costruzione del complesso in modo che possa accogliere le monache e i visitatori. “Siamo certe che questa vecchia proprietà diroccata fuori Praga diventerà un centro culturale e spirituale a cui chiunque potrà accedere per preservare la propria umanità e spiritualità, e per ritrovare una nuova forza per affrontare la vita”, conclude Suor Milada.

Chi desidera fare una donazione per contribuire ai lavori del nuovo convento, può visitare il sito all’indirizzo https://bit.ly/DuchovniCentrumDrasty, oppure può andare direttamente sul sito web delle monache all’indirizzo https://karmeldrasty.eu/obchod/

In Primo Piano

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

Latest articles

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

More articles

Doka e le casseforme-soluzione per l’IperPoli di Trento

A Trento, tra via Brennero (ex concessionaria Opel) e i Solteri sta sorgendo una vera cittadella. Si tratta del compendio IperPoli, dove la catena...

Kohler a Bauma 2022, propulsione sostenibile tra elettrico, hybrid e idrogeno

Dopo tre anni di stop dovuti alla pandemia, con l’ultima edizione tenutasi nel 2019, il Bauma 2022 si appresta ad essere un’occasione unica carica...

In Campidoglio, si parla di rigenerazione urbana nel convegno “Città, il passato per il...

Roma, in un consesso internazionale, offre il proprio contributo originale al dibattito sulla rigenerazione urbana e ai temi della qualità degli alloggi e dell’urbanizzazione...

Tag