venerdì, Gennaio 21, 2022

Il giro del mondo con i prodotti MB Crusher

Must read

La rete ferroviaria Adriatica si potenzia grazie a una nuova galleria

Rete Ferroviaria Italiana ha annunciato l'apertura della linea adriatica ai treni con sagoma P80 da Bologna a Lecce, grazie all'apertura di una nuova galleria...

Grandi opere, sbloccate dai commissari altre 44 infrastrutture

Era attesa con impazienza e ieri è finalmente arrivata, la seconda lista di grandi opere commissariate straordinari dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità...

PANOLIN HLP SYNTH 46 entra nella prestigiosa Fluid Rating List 90245

PANOLIN HLP SYNTH 46 è stato inserito nel Fluid Rating List 90245 di Bosch Rexroth, come avvenuto per PANOLIN HLP SYNTH 32 nel 2017....

A Piacenza premiati i vincitori degli ICTA – Italian Concrete Technology Awards

Nella serata di ieri, venerdì 9 novembre, nella splendida cornice della Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni di Piacenza, si è tenuta la cena...

Il quartier generale di MB Crusher si trova a meno di cento chilometri da Venezia. Qui vengono ideati e prodotti i macchinari che poi raggiungono le imprese e i professionisti che, in ogni parte del mondo, si occupano di edilizia, demolizioni, lavori stradali, movimento terra, riqualificazioni industriali e urbane, canalizzazioni, scavi e gallerie, bonifiche ambientali.

Dalle imponenti montagne del Tibet alla Cordigliera delle Ande, dai Caraibi all’Islanda, dal freddo siberiano agli assolati deserti sauditi, con i macchinari MB Crusher è facile fare il giro del mondo. 

Partiamo proprio dalle vette più alte di alcune catene montuose. Quali sono le difficoltà di questa tipologia di territori è presto detto: luoghi impervi, difficoltà nel trasporto dei materiali, costi elevati, assistenza lontana. 

In Tibet l’esempio ci è dato da un’impresa che si occupa di lavori stradali e costruzioni a ben 3800 m s.l.m., in una zona sperduta con scenari spettacolari. Utilizzando un frantoio a mascelle BF70.2, l’azienda ha frantumato sul posto gli scarti di cantieri stradali e ha prodotto materiale da utilizzare per le fondamenta di nuovi progetti di costruzione. Un grande vantaggio in termini di logistica e di redditività: con il frantoio per escavatore MB Crusher hanno praticamente eliminato le spese di approvvigionamento del materiale grezzo per le future costruzioni. 

Cambiando continente, approdiamo sulla Cordigliera delle Ande, e precisamente in Perù, a circa 4000 metri di altezza. Qui in una cava di boro una benna Vagliante MB-S18 separa materiale grosso dal fino: in questo modo il materiale è già selezionato e può essere lavorato in modo più facile e veloce negli altri impianti in cava.

Il nostro giro del mondo continua e viaggiamo verso alcune isole, lontane tra di loro ma accumunate dagli stessi problemi: costi di trasporto e difficoltà di approvvigionamento dei materiali.

In Islanda, tra spettacolari paesaggi dominati da vulcani e geyser, la benna vagliante MB-S23 installata su un Caterpillar 345C è stata lo strumento risolutivo per selezionare grandi quantità di rocce di basalto e ottenere subito il materiale di riempimento per la costruzione di una centrale idroelettrica. 

Dall’altra parte del mondo, nella paradisiaca isola di Saint Kitts e Nevis, nell’arcipelago delle Piccole Antille, due unità MB Crusher sono al lavoro in un importante progetto di riqualificazione dell’area, che prevede da una parte la ristrutturazione delle vecchie costruzioni coloniali, dall’altra la sistemazione del paesaggio naturale.

Installata su Caterpillar 320L, la benna vagliante MB-S18 separa il terriccio dalle foglie e dalle sterpaglie: il materiale di risulta viene riutilizzato direttamente in loco per abbellire le aree verdi. La benna frantoio BF90.3, invece, è impiegata per la frantumazione della pietra locale, la Nevis Stone, un tipo di granito molto duro di origine vulcanica. Una volta frantumata, la pietra viene riutilizzata per il riempimento degli scavi necessari alla costruzione degli edifici e per realizzare il basamento della nuova rete viaria locale.

Costi di trasporto elevati e difficoltà di reperimento dei materiali accompagnano il nostro viaggio anche nei territori dove le temperature raggiungono spesso livelli estremi, condizionando il lavoro in cantiere.

Distese a perdita d’occhio di neve, termometri che segnano -50°C di giorno, strade quasi assenti, montagne e boschi da attraversare: grazie a MB Crusher, un’impresa siberiana ha potuto portare in cava – senza problemi di trasporto – una benna frantoio BF70.2 e una benna vagliante MB-S14 riciclare gli inerti in aggregati di diverse granulometrie e riutilizzarli per la manutenzione delle strade interne.

Lo stesso è successo in Arabia Saudita con i suoi +50°C d’estate e il suo territorio montagnoso e desertico,  dove una benna frantoio BF90.3 è stata usata per lavorare nei luoghi più impervi di una cava e quindi non raggiungibili dai mezzi tradizionali.

Ci sono poi luoghi di cui si apprezzano i frutti, soprattutto quando si tratta di ottimo vino. Il nostro giro del mondo si conclude con un passaggio in Italia e in Francia, dove i macchinari MB Crusher sono stati scelti per smaltire i pali dei vigneti a fine stagione. Un grande risparmio di tempo che si traduce in vantaggio economico e ambientale. Da festeggiare con un ottimo vino! 

In Primo Piano

Alexandre Marchetta è il nuovo Presidente CECE

Dal 1° gennaio 2022 Alexandre Marchetta del Gruppo Mecalac ed EVOLIS è il nuovo Presidente di CECE. Assume questo ruolo di leadership per guidare l’associazione industriale europea nel 2022...

MCT Italy protagonista nella prefabbricazione infrastrutturale

Dal 1992, la soc. Crezza di Gordona (SO) opera nel mercato della prefabbricazione in calcestruzzo, offrendo prodotti destinati al settore delle infrastrutture, quali:...

Italgas e Buzzi Unicem: accordo per applicare il modello Power to Gas alle cementerie

Italgas e Buzzi Unicem hanno siglato un accordo per lo sviluppo di uno studio di fattibilità per la realizzazione di impianti Power to Gas...

Latest articles

Alexandre Marchetta è il nuovo Presidente CECE

Dal 1° gennaio 2022 Alexandre Marchetta del Gruppo Mecalac ed EVOLIS è il nuovo Presidente di CECE. Assume questo ruolo di leadership per guidare l’associazione industriale europea nel 2022...

MCT Italy protagonista nella prefabbricazione infrastrutturale

Dal 1992, la soc. Crezza di Gordona (SO) opera nel mercato della prefabbricazione in calcestruzzo, offrendo prodotti destinati al settore delle infrastrutture, quali:...

Italgas e Buzzi Unicem: accordo per applicare il modello Power to Gas alle cementerie

Italgas e Buzzi Unicem hanno siglato un accordo per lo sviluppo di uno studio di fattibilità per la realizzazione di impianti Power to Gas...

More articles

Soluzioni Bobcat in caso di neve

La gamma di soluzioni proposta da Bobcat per la neve copre qualsiasi applicazione invernale, inclusa la rimozione di neve e ghiaccio su strade urbane...

Buia al Governo: caro materiali, è la prima emergenza da risolvere o le imprese...

L'aumento dei prezzi rischia di fermare i lavori previsti dal Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza. A lanciare l’allarme sul caro materiali...

Webinar AIPnD: Applications of simulation for nondestructive evaluation of materials

Il secondo appuntamento del 2022 con i Webinar Tecnici AIPnD (Associazione Italiana Prove non Distruttive Monitoraggio Diagnostica e Laboratori di Prova Ente del Terzo...

Tag