mercoledì, Giugno 29, 2022

Cemento e calcestruzzo di ultima generazione per l’intervento in un castello trecentesco

Must read

La rete ferroviaria Adriatica si potenzia grazie a una nuova galleria

Rete Ferroviaria Italiana ha annunciato l'apertura della linea adriatica ai treni con sagoma P80 da Bologna a Lecce, grazie all'apertura di una nuova galleria...

Grandi opere, sbloccate dai commissari altre 44 infrastrutture

Era attesa con impazienza e ieri è finalmente arrivata, la seconda lista di grandi opere commissariate straordinari dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità...

PANOLIN HLP SYNTH 46 entra nella prestigiosa Fluid Rating List 90245

PANOLIN HLP SYNTH 46 è stato inserito nel Fluid Rating List 90245 di Bosch Rexroth, come avvenuto per PANOLIN HLP SYNTH 32 nel 2017....

Al Bauma la nuova betoniera autocaricante Carmix 45FX

All’edizione 2019 del Bauma, Metalgalante presenta in anteprima Carmix 45 FX, la nuova macchina che si unisce ai modelli Carmix 25FX e Carmix ONE...

Preservare il patrimonio storico-architettonico rispettandone l’originaria bellezza, utilizzando materiali all’avanguardia. Da questo obiettivo nasce la collaborazione tra le imprese Costruzioni Isonzo, w&p Cementi e Friulana Calcestruzzi che hanno lavorato insieme al rifacimento del giardino e della pavimentazione della corte interna del castello di Duino, a Trieste, sede del prestigioso Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico.

Costruito nel 1300 sulle rovine di un avamposto romano, il Castello di Duino divenne, nel Settecento, un centro culturale ed umanistico che nei secoli ha accolto numerosi personaggi di prestigio, come l’imperatrice Elisabetta d’Austria, l’Arciduca Francesco Ferdinando d’Austria, Johann Strauss, Gabriele d’Annunzio e il poeta boemo Rainer Maria Rilke, che proprio durante un soggiorno in questo luogo ha composto le prime due “Elegie Duinesi”. 

La riqualificazione della storica pavimentazione si è rivelata un intervento impegnativo che ha richiesto specifico know-how per l’esecuzione ma anche per le difficoltà logistiche, poiché l’edificio è posizionato su un promontorio a strapiombo sul mare, con giardini a terrazza che si sviluppano su più livelli. 

Una sfida nella quale si sono cimentate le aziende Costruzioni Isonzo, w&p Cementi e Friulana Calcestruzzi, i cui tecnici e progettisti hanno collaborato per individuare la soluzione ideale per rispondere alle necessità di esecuzione, tecniche ed estetiche dell’intervento, ovvero il calcestruzzo prestazionale PAVICAL PAV ARCH progettato e prequalificato dal team di Friulana Calcestruzzi, che assicura la massima resistenza in condizioni ambientali con diversi gradi di aggressività e degrado, una proprietà imprescindibile per il clima rigido e la salsedine che caratterizzano il Golfo di Trieste.  

Fase con posa disattivante
Fase lavaggio e rimozione parte disattivata

Superficie lavata

PAVICAL PAV ARCH inoltre, è sviluppato per garantire la massima facilità di posa in opera anche in condizioni climatiche estreme, grazie alla ottimale compattazione che riduce i tempi di realizzazione dei getti e ottimizza così la produttività del cantiere. Infine, per un intervento eseguito alla perfezione, determinante è stato l’utilizzo del cemento speciale Seacem Cem II/A-M (LL-S) 42,5R M.R.S, legante ideale a tutti i tipi di applicazioni, caratterizzato dal rapido sviluppo delle resistenze iniziali e da ottime resistenze finali, conforme alla norma europea armonizzata UNI EN 197/1. 

Friulana Calcestruzzi e w&p Cementi sono aziende del gruppo Wietersdorfer Alpacem presente, in Italia, con il marchio Alpacem che comprende le sei principali realtà del settore di cemento e calcestruzzo della macro-regione Alpe-Adria.

In Primo Piano

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

Latest articles

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

More articles

Doka e le casseforme-soluzione per l’IperPoli di Trento

A Trento, tra via Brennero (ex concessionaria Opel) e i Solteri sta sorgendo una vera cittadella. Si tratta del compendio IperPoli, dove la catena...

Kohler a Bauma 2022, propulsione sostenibile tra elettrico, hybrid e idrogeno

Dopo tre anni di stop dovuti alla pandemia, con l’ultima edizione tenutasi nel 2019, il Bauma 2022 si appresta ad essere un’occasione unica carica...

In Campidoglio, si parla di rigenerazione urbana nel convegno “Città, il passato per il...

Roma, in un consesso internazionale, offre il proprio contributo originale al dibattito sulla rigenerazione urbana e ai temi della qualità degli alloggi e dell’urbanizzazione...

Tag