mercoledì, Giugno 29, 2022

Borsa, il gruppo Vitali tra le società ammesse in ELITE

Must read

La rete ferroviaria Adriatica si potenzia grazie a una nuova galleria

Rete Ferroviaria Italiana ha annunciato l'apertura della linea adriatica ai treni con sagoma P80 da Bologna a Lecce, grazie all'apertura di una nuova galleria...

Grandi opere, sbloccate dai commissari altre 44 infrastrutture

Era attesa con impazienza e ieri è finalmente arrivata, la seconda lista di grandi opere commissariate straordinari dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità...

PANOLIN HLP SYNTH 46 entra nella prestigiosa Fluid Rating List 90245

PANOLIN HLP SYNTH 46 è stato inserito nel Fluid Rating List 90245 di Bosch Rexroth, come avvenuto per PANOLIN HLP SYNTH 32 nel 2017....

Al Bauma la nuova betoniera autocaricante Carmix 45FX

All’edizione 2019 del Bauma, Metalgalante presenta in anteprima Carmix 45 FX, la nuova macchina che si unisce ai modelli Carmix 25FX e Carmix ONE...

Vitali Spa, azienda specializzata nel settore dell’edilizia, delle infrastrutture e delle demolizioni speciali, entra a far parte di ELITE, il private market del Gruppo Borsa Italiana, parte di Euronext. Il programma pensato per avvicinare le imprese alla quotazione offre un ampio ventaglio di strumenti per aprire il capitale. Le aziende coinvolte sono attualmente 1.016 e Vitali Spa è una delle 9 nuove società che entrano a far parte del network rappresentando diversi settori (tra cui industria, beni di consumo, tecnologia, chimica, salute, finanza, telecomunicazioni, petrolio e gas) distribuite in varie regioni d’Italia (309 aziende nel Nord Ovest, 155 nel Nord Est e 197 al Centro Sud).

Massimo Vitali, Presidente di Vitali Spa

Per il nostro Gruppo che da tre generazioni opera nel mondo delle costruzioni non solo in Italia, ma anche in diversi Paesi all’estero si tratta di un riconoscimento molto significativo” – sottolinea il presidente Massimo Vitali precisando: “Entrare a far parte della community internazionale di ELITE private market del Gruppo Borsa Italiana oggi parte di Euronext, è per il Gruppo Vitali un booster importante. L’ingresso al network accelererà ulteriormente la crescita della società attraverso un percorso di sviluppo organizzativo e manageriale volto a renderci ancora più competitivi, più visibili e più attraenti nei confronti degli investitori a livello globale. Un risultato con una ricaduta naturale sul territorio italiano dove abbiamo cantieri aperti su snodi strategici per il Paese, soprattutto nell’ambito di progetti di rigenerazione urbana, logistica e grandi infrastrutture come sta avvenendo a Genova con il cantiere Hennebique, a Bergamo con il progetto Porta Sud o a Milano con progetti ad elevati standard di sostenibilità ambientale come il progetto City Wave nell’area ex Rizzoli e i cantieri appena conclusi di Linate e Malpensa”.

Il cantiere di Malpensa

La riqualificazione e ammodernamento della pista 17L/35R e delle vie di rullaggio D ed E dell’Aeroporto di Milano Malpensa è stata conclusa da Vitali l’ottobre scorso. Un imponente intervento eseguito su una superficie di 168.000 mq che ha coinvolto oltre 150 addetti che hanno lavorato su turni 24, ore su 24, 7 giorni su 7. Il progetto, del valore di 11 milioni di euro, ha avuto un grande ruolo in tema di economia circolare, sostenibilità ambientale e riuso dei materiali di lavorazione.

Le azioni di rifacimento dell’intera superficie della pavimentazione dell’infrastruttura di volo e delle piste di rullaggio (complessivamente 140 mila mq per l’airside e 28 mila mq per le vie di rullaggio), si sono basate da un lato, sulla massimizzazione e il reimpiego dei materiali provenienti dalle pavimentazioni esistenti e dalle fondazioni e, dall’altro, dall’impiego di mezzi tecnologicamente avanzati dotati di sistema GPS e dall’installazione di specifici impianti interni al sedime aeroportuale, atti a recuperare i materiali derivanti dalle lavorazioni in pista, direttamente all’interno dello scalo. In questo modo Vitali è riuscito a ridurre l’impatto ambientale dell’intervento, attraverso il completo trattamento e recupero dei materiali derivanti dalle lavorazioni sul sedime, abbattendo notevoli quantità di Co2 derivante dal trasporto e smaltimento dei materiali di risulta drasticamente ridotti.

ELITE cresce in Italia

Marta Testi, Amministratore Delegato di ELITE

A livello globale, il private market ELITE sfiora le 1.700 società, mentre oggi in Italia ha superato quota 1.000. Tra le motivazioni che hanno portato il nuovo gruppo di aziende a far parte di ELITE c’è la possibilità di accedere a nuova liquidità con strumenti di finanza alternativa come la quotazione in Borsa e gli ELITE Basket Bond. Proprio lo strumento del Basket Bond è diventato un modello di riferimento che offre alle piccole e medie imprese un accesso efficiente al mercato dei capitali.
Siamo orgogliosi di poter affiancare le migliori eccellenze italiane in un percorso di crescita e avvicinamento al mercato dei capitali, ha dichiarato Marta Testi, Amministratore Delegato di ELITE.  Siamo ancora più orgogliosi di rendere concreta e accessibile la raccolta di capitali per le imprese. I 500 milioni di euro raccolti attraverso i Basket Bond® da noi ideati e promossi in partnership con key player di mercato hanno rappresentato un elemento di forte crescita e accelerazione per tutte le aziende che hanno colto questa opportunità. Il dinamismo delle aziende ELITE non si ferma però qui, il 40% delle aziende parte della nostra community ha, infatti, realizzato oltre 1500 transazioni di corporate finance per un controvalore totale di 16 miliardi di euro”.
Oggi ELITE è una storia di successo globale, capace di attrarre pool di liquidità da investitori istituzionali anche attraverso intermediari finanziari, per avere impatto sulla crescita delle aziende clienti nel mondo.

In Primo Piano

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

Latest articles

Le novità dall’Assemblea Generale 2022 di EFCA

La riunione dell'Assemblea Generale 2022 della European Federation of Engineering Consultancy Associations (EFCA), ovvero la federazione europea che raggruppa le associazioni nazionali di società...

Immagini dal Wire di Duesseldorf

E' in corso di svolgimento (fino a domani 24 Giugno) presso il quartiere fieristico di Messe Duesseldorf il WIRE 2022, la grande mostra internazionale...

Bauma Media Dialog, a Monaco con Concrete News per le anteprime della grande fiera

Oltre 130 aziende per una due giorni fitta di appuntamenti individuali e di novità annunciate in anteprima. Questo e molto altro ha costituito la sostanza...

More articles

Doka e le casseforme-soluzione per l’IperPoli di Trento

A Trento, tra via Brennero (ex concessionaria Opel) e i Solteri sta sorgendo una vera cittadella. Si tratta del compendio IperPoli, dove la catena...

Kohler a Bauma 2022, propulsione sostenibile tra elettrico, hybrid e idrogeno

Dopo tre anni di stop dovuti alla pandemia, con l’ultima edizione tenutasi nel 2019, il Bauma 2022 si appresta ad essere un’occasione unica carica...

In Campidoglio, si parla di rigenerazione urbana nel convegno “Città, il passato per il...

Roma, in un consesso internazionale, offre il proprio contributo originale al dibattito sulla rigenerazione urbana e ai temi della qualità degli alloggi e dell’urbanizzazione...

Tag