CIFA presenta la nuova pompa autocarrata K36L-5

0
261

CIFA presenta un nuovo modello della gamma di pompe autocarrate: K36L-5. Il nome, coerentemente con gli altri prodotti CIFA, indica con “K” la tipologia pompa autocarrata, “36” la lunghezza in metri del braccio, “L” la linea Steeltech (che si caratterizza per l’alta possibilità di configurazione) e infine “5” il numero di sezioni del braccio. Il nuovo modello è stato presentato ieri, durante uno show di lancio online dedicato ai clienti italiani, con lo slogan “5 arms like never before” per sottolineare la peculiarità di questa macchina, “una 5 sezioni mai vista prima”: una pompa unica nel segmento dei 30-40 metri, grazie a un braccio dalla flessibilità senza limiti e a un peso complessivo molto ridotto (inferiore a 26 tonnellate).

Marco Polastri, Direttore Sales Aftersales & Marketing: “La K36L-5 è stata progettata da CIFA per essere la pompa per calcestruzzo perfetta per ogni cantiere – soprattutto per quelli con limitata disponibilità di spazio – e per ogni operatore, perfino i meno esperti. È la risposta alle esigenze operative dei lavoratori e delle aziende, per i quali la facilità di utilizzo di un mezzo e il risparmio del tempo che ne deriva sono due aspetti essenziali, ora più che mai. Questo nuovo prodotto si inserisce in una strategia di CIFA che punta a razionalizzare l’offerta in virtù delle nuove esigenze del cantiere.”

Flessibilità del braccio, ogni operazione è più facile

La Steeltech K36L-5 ha un braccio davvero smart: permette di pompare in qualsiasi situazione, anche nei posizionamenti più difficoltosi. Tutto ciò è possibile grazie alle 5 sezioni ma soprattutto al nuovo giunto a rotazione continua sull’ultima sezione. L’enorme differenza nell’utilizzo di un rotore è in termini di semplicità d’uso e risparmio di tempo: più facile da aprire e configurare anche nei cantieri al chiuso, perché lo snodo permette qualsiasi posizionamento e rotazione del braccio in entrambe le direzioni.

Nuovo design, progettata per spazi ristretti

Il telaio della K36L-5 è stato riprogettato da zero per ottenere compattezza e leggerezza. La stabilizzazione lineare posteriore rende possibile qualsiasi posizionamento, anche il più complesso perché la macchina – rispetto all’uso di stabilizzatori a “X” – occupa molto meno spazio. Inoltre, la K36L-5 è stata creata per essere montata su telai a 3 assi con passi corti da 4 a 4,5 metri, rendendo la macchina sempre manovrabile anche nei centri urbani o nelle zone montane.

Sicurezza ed efficienza, pensa lei a tutto

La K36L-5 può essere dotata del sistema di gestione elettronico Smartronic®, che significa poter sfruttare al massimo le potenzialità della macchina senza trascurare la sicurezza d’uso. Questo grazie alle nuove funzionalità di Smartronic®, ASC e MBE:
• ASC – Advanced Stability Control rappresenta il miglior sistema di stabilità sul mercato, permette di ottenere il massimo dall’utilizzo della macchina. Il sistema è intelligente e massimizza l’area di lavoro in funzione dell’effettiva apertura degli stabilizzatori; quando ci si avvicina a una situazione al limite della stabilità, entra in azione: prima rallentando la movimentazione del braccio, e alla fine fermandolo prima di raggiungere una configurazione critica.
• MBE – Max Boom Extension è un sistema predittivo che dà all’operatore la distanza massima che si può raggiungere con il braccio in caso di apertura parziale della stabilizzazione. Quando l’operatore arriva in cantiere, prima di aprire il braccio può vedere sul display della macchina l’effettiva apertura massima raggiungibile in tutta sicurezza: il risparmio di tempo è garantito.
Come tutte le macchine CIFA, anche la K36L-5 può essere configurata con il software di gestione e monitoraggio da remoto CIFA Vista, che grazie all’opzione 4.0 ready permette di accedere ai contributi previsti dall’industria 4.0.