CFR 90, l’efficienza verticale della piastra vibrante Weber

0
222

La piastra vibrante “verticale” CFR 90 di Weber MT sta prendendo piede anche nel mercato italiano per le sue particolari caratteristiche, che la rendono ideale nell’affrontare i cantieri più stretti e disagevoli. Tradizionalmente utilizzata nei paesi del nord Europa, la piastra vibrante “verticale” è una soluzione sempre più apprezzata anche nel mercato italiano. Gli utilizzatori che l’hanno provata sul campo sono concordi nel ritenerla la soluzione perfetta per tante tipologie di cantiere in cui non è possibile (oppure risulta estremamente scomodo) utilizzare una piastra vibrante tradizionale. Allo stesso tempo anche i noleggiatori hanno finalmente la macchina adatta per rispondere in maniera adeguata alle richieste più particolari.

Agilità e manovrabilità
“Se dovessi sintetizzare le qualità principali della CFR 90, parlerei di massima agilità e manovrabilità totale – afferma Alberto Lovo, direttore generale di AL Consulting, società che distribuisce i prodotti Weber MT sul territorio italiano – Infatti, si tratta di una macchina particolare, che unisce la forza di compattazione di una tipica piastra vibrante da 80 kg, a una forma insolita che le conferisce una facilità di utilizzo che non ha confronti”. Presentata da Weber MT al Bauma 2019, dopo due anni di lavoro nei più disparati cantieri di tutta Europa, la CFR 90 si sta ritagliano un ruolo importante anche nel nostro mercato, grazie alle sue caratteristiche, che la rendono particolarmente adatta a tutte le situazioni più “complicate”. La peculiare forma della macchina permette l’impugnatura da qualsiasi lato e consente di ruotare sul proprio asse a 360° senza dover compiere larghe curve. La CFR 90 ha quindi la conformazione perfetta per lavorare in tutti gli scavi con pochissimo spazio di manovra a disposizione. Nei casi più difficili è anche possibile calarla all’interno dello scavo, utilizzandola dall’esterno. Le applicazioni
Sono davvero tanti i settori di utilizzo della piastra vibrante CFR 90. Questi i principali: trincee anguste, strette e profonde; piccoli scavi per allacciamenti utenze come gas, acqua e luce; fosse cimiteriali, che risultano quasi impossibili da compattare con altre macchine; posa di cartellonistica, pali e segnaletica stradale; piccole manutenzioni stradali; compattazione fondo dei marciapiedi.

Dati Tecnici– modello: Weber CFR 90; peso operativo: 90 kg; arghezza di lavoro: 43 cm; forza centrifuga: 14 kN; frequenza: 85 Hz; motore: Honda GX 160 (4 tempi, benzina); potenza massima: 3,6 kW (4,9 CV); velocità: 26 m/min; dimensioni 46 x 43 x 99 cm.