Seppur in un mese non facile come quello di agosto (ma che serve per avere la cartina di tornasole sulla situazione), il comparto dell’edilizia ha fatto registrare un incoraggiante segnale di crescita. L’indicatore del CRESME, il più importante centro di ricerca in Italia sui materiali edili e le dinamiche connesse, ha messo a punto con il CLab un osservatorio al quale prendono parte una ventina tra grandi produttori e distributori. Ebbene rispetto allo stesso periodo del 2019, la crescita di quest’anno è stata del +30%. E settembre sembra seguire la stessa lunghezza d’onda: dalle stime si calcola che il mese potrebbe chiudersi con un dato compreso tra +30% e +50%.

Il Superbonus 110%, molto atteso, sta svolgendo un’importante funzione da traino per il settore. L’attività di recupero e riqualificazione sarà probabilmente il traino per la stagione autunnale/invernale, sentendo le opinioni di qualificati esperti.