La scorsa settimana anche gli organizzatori della fiera Interclean di Amsterdam – dedicata alla filiera dei sistemi di pulizia e igiene – hanno deciso la riprogrammazione dell’edizione 2020 a causa dell’epidemia Covid-19. Oggi i responsabili dell’evento espositivo annunciano le nuove date. “Interclean 2020 si terrà dal 3 al 6 novembre prossimi. Le nuove date sono state scelte per garantire la qualità internazionale dell’evento e la sicurezza di tutti i nostri partecipanti – dichiarano gli organizzatori in un comunicato delle ultime ore – La sfida che stiamo vivendo ci ha reso più impegnati ad adempiere il nostro ruolo di promotori per i professionisti dell’igiene, attraverso la costruzione di relazioni che portino a una cooperazione proficua tra gli attori del settore, fornendo al contempo un forum di condivisione delle competenze. Ora più che mai, crediamo fermamente che la nostra fiera sia ancora più importante. Le realtà produttive di tutto il mondo stanno cercando di raggiungere decisioni condivise per affrontare la guerra al Coronavirus e a eventuali altre calamità sanitarie legate a fenomeni virali. Il nostro settore è pienamente coinvolto in questa guerra. Partecipare in questo momento cruciale a Interclean significa contribuire a questa lotta con le competenze e la ricerca che riguarda proprio il comparto specifico dell’igiene, della pulizia e della sanificazione di cui ci occupiamo. Con molte fiere riprogrammate nella seconda metà del 2020, siamo riconoscenti a RAI Amsterdam per l’identificazione puntuale delle migliori date possibili per Interclean 2020″. Dopo l’annuncio dello staff organizzativo, sono seguite a questo proposito le parole di Rob den Hertog, regista e patron di Interclean: “Trovare queste date non era facile, non solo in relazione alla disponibilità degli spazi espositivi, ma tenendo conto anche della disponibilità della ricettività degli hotel, condizione indispensabile per un evento internazionale come Interclean. Nel periodo identificato per la riprogrammazione di Interclean, inoltre, abbiamo cercato di preservare la disponibilità partecipativa di tutti gli espositori già iscritti all’evento. Crediamo fermamente che tutti saranno con noi anche a novembre e questa convinzione si basa sulle tante reazioni positive che abbiamo già ricevuto all’annuncio delle nuove date. Sono reazioni che ci hanno molto incoraggiato e delle quali siamo estremamente grati agli espositori”.