Entro aprile 2020 a Genova sarà realizzato il primo tratto del canale d’acqua progettato dall’architetto Renzo Piano per la riqualificazione del Waterfront di Levante. Lo hanno annunciato l’architetto Renzo Piano, il sindaco Marco Bucci, il presidente della Regione Giovanni Toti e il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini durante un sopralluogo al cantiere.

Il canale d’acqua sostituirà l’area dove c’era il palazzo dell’ex Nira e arriverà sotto fortezza Stella. Entro aprile 2021 sarà demolito il padiglione B della fiera vicino alla strada Sopraelevata, l’ex edificio universitario e tutte le costruzioni sotto alla Sopraelevata fino a fortezza Stella, in modo da prolungare il canale d’acqua verso Levante fino al Palasport e creare l’isola della fiera. “L’acqua è la cosa più importante, il destino di Genova è disegnato sull’acqua. – commenta Piano -. Questo è un progetto di de-cementificazione, togliamo cemento e lo sostituiamo con l’acqua”.

“Il padiglione Jean Nouvel sarà circondato su tre lati dall’acqua – spiega Bucci – che ritorna a essere proprietà dei genovesi e si riavvicina alla città”. “Talvolta credo che i cittadini non si rendano conto che le cose che la politica dice qualche volta si avverano anche – commenta Toti – Vedere i cantieri aperti a Genova mi dà l’idea di una bella addormentata che si è finalmente svegliata”. “Il Waterfront di Levante è una nuova visione del porto che va da piazzale Kennedy ad almeno il Porto Antico” sottolinea Signorini.