Arrivano dati positivi sulla produzione del calcestruzzo pre-confezionato in Italia. Dai numeri diffusi da ATECAP, Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato, si nota come nel mese di luglio 2019 il dato è stato di 2.878.743 di metri cubi. Rispetto al mese di giugno, che si era chiuso a quota 2.719.616, il delta è positivo del 5,9%, mentre rispetto a luglio 2018 si registra un +1,6% (nel 2018 la produzione era stata di 2.832.934).

Si tratta di numeri ancora più incoraggianti in quanto in netta controtendenza con quello che è accaduto negli ultimi anni. Basti pensare che nel 2016 si è registrata in Italia una diminuzione della produzione addirittura del -5,8%. Da quel momento in avanti è poi iniziata una timida risalita compresa tra lo 0,5% e l’1% annui. Essere già arrivati all’1,6% rispetto a un anno fa e a un +5,9% rispetto al mese scorso non è quindi cosa da poco, per un comparto che vuole e deve crescere sempre di più in Italia.