Metso ha lanciato il nuovo frantoio a cono MX3, “fratello minore” dell’MX4 con capacità massima di 420 ton/ora.

Il Metso MX3 è stato progettato per consentire una maggiore produttività in cantiere unita a minori costi operativi. Date le caratteristiche, è l’ideale per la frantumazione di materiali di medie dimensioni e più in generale per la frantumazione secondaria. La bocca misura 230 mm e il peso è di 16,6 tons, con potenza installata di 220 KW e una portata massima, come detto, di 420 ton l’ora. Inoltre il frantoio è dotato della tecnologia multi-azione MX Metso che riesce a ridurre i costi operativi del 10%, motivo per il quale il frantoio ha già conquistato quote di mercato.

L’apparecchio consente la regolazione sotto carico e la compensazione dinamica dell’usura. La produzione può inoltre essere ottimizzata per massimizzare la resa delle frazioni desiderate.