Un’incredibile scenografia in calcestruzzo è stata stampata in 3D dagli studenti dell’ETH di Zurigo. Si tratta di nove pilastri unici che possono essere usati come palcoscenico dai ballerini al Festival di Origene nelle Alpi svizzere.

Per realizzare i pilastri, gli studenti hanno utilizzato un braccio robotico industriale al fine di realizzare le stampe tridimensionali. Le colonne, alte 2,7 metri, hanno strati di cemento specializzato di soli cinque millimetri di spessore. Le colonne hanno impiegato meno di due ore e mezza per essere create grazie alla stampa 3D ad alta risoluzione e a una miscela di calcestruzzo a presa rapida, sviluppata da un team separato dell’ETH di Zurigo. Le strutture sono chiamate coreografia concreta. Ognuno dei nove pilastri presenta un’estetica unica concepita per essere “fluida”. Per garantire che le colonne fossero forti ma leggere, gli studenti si sono concentrati sull’interno delle strutture.