Dyckerhoff e HeidelbergCement hanno siglato un accordo per la fornitura congiunta di 80.000 tonnellate di cemento nell’ambito della realizzazione del nuovo polo di ricerca avanzata di Darmstadt, in Germania. Per la precisione, la fornitura riguarderà soprattutto le tipologie CEM III / A 32.5 N-LH (na), CEM III / B 32.5 N-LH / SR (na) e CEM II / BS 42.5 N. La porzione più rilevante della struttura sarà in cemento speciale con spessore e peso tali da garantire un’efficace schermatura. Il basalto verrà utilizzato come aggregato pesante.

Dyckerhoff estrarrà il materiale dal suo sito di Wiesbaden. La ditta Betonkonzepte GmbH, con sede a Monaco, ha installato in loco due unità mobili di miscelazione con le quali verrà prodotto il calcestruzzo.

I numeri dell’opera sono impressionanti. Come primo step, verranno spostati due milioni di metri cubi di terra, che grosso modo è lo stesso volume di materiale richiesto per realizzare 5.000 case unifamiliari. Poi verranno versati 600.000 metri cubi di calcestruzzo, equivalenti a otto volte il quantitativo impiegato per la Commerzbank Arena di Francoforte, il nuovo stadio cittadino.

Nel nuovo centro di ricerca in Assia verranno condotti studi sull’accelerazione delle particelle per creazione di nuove forme di produzione dell’energia. I processi di ricerca coinvolgeranno undici paesi. L’anello superconduttore sarà lungo 1,1 km e sarà parzialmente collocato a una profondità di 17 metri sotto terra. La struttura si estenderà su una superficie di 20 ettari e sarà utilizzata da circa 3.000 scienziati provenienti da oltre 50 paesi.