Le norme techiche di sicurezza alle quali devono attenersi produttori e utilizzatori di betoniere sono state condensate nella norma tecnica UNI EN 12151. Per quanto concerne le betoniere “a bicchiere”, assumono particolare rilievo le norme di sicurezza volte a scongiurare il rischio di ribaltamento, caduta di materiale dall’alto, problemi di tipo elettrico, urti, impatti e stritolamenti.


Partiamo innanzitutto dalla marchiatura CE, che deve essere obbligatoriamente presente su tutti i mezzi: il marchio indica la conforità ai parametri comunitari. Anche il libretto di istruzioni del mezzo, come intuibile, deve essere sempre presente a bordo e su di esso devono essere riportate tutte le informazioni relative al funzionamento, alla manutenzione nonché lo schema del circuito elettrico.

Vige inoltre l’obbligo della presenza di un pulsante d’emergenza che arresti il dispositivo in caso di pericolo e che i pedali e tutti i dispositivi in movimento siano adeguatamente protetti onde evitare incidenti. Lo stesso vale per le parti elettriche e le componenti quali cinghie, pulegge e altri elementi potenzialmente pericolosi. Il volante posto sulle betoniere più piccole, atto al ribaltamento del bicchiere per riversare il materiale, non deve presentare raggi in cui possano rimanere incastrate mani o braccia e i pulsanti devono essere ben incassati sulla pulsantiera. Il ritorno alla posizione di arresto di pulsanti o leve, sarà automatico. Chiunque si trovi a manovrare la betoniera dovrà avere ben visibili tutte le parti di cui determina il movimento, per poterlo arrestare in qualsiasi momento.

Particolare importanza assume l’aspetto della stabilità: prima di accedere alla zona interessata dalla presenza del mezzo, bisogna accertarsi che il terreno sia abbastanza solido e robusto ad accogliere una betoniera di grandi dimensioni, magari posta su un autocarro. Per scongiurare il rischio di ribaltamento, interviene il riduttore di ribaltamento vasca, atto a ruotare quest’ultima senza sforzo. Oltre agli accorgimenti meramente strutturali del macchinario, occorrerà prestare attenzione anche a fattori quali l’inalazione di agenti chimici dannosi, presenti nella mescola di materiali nella betoniera.


Mascherina, guanti e occhiali protettivi sono fondamentali quando si debba riempire a mano una piccola betoniera. Per quanto riguarda la manutenzione, le cui informazioni, come visto, sono presenti anche nel libretto d’istruzioni, sarà sempre cura dell’operatore mantenere la betoniera, grande o piccola che sia, “in buona salute”, lubrificando ingranaggi, verificando lo stato di ogni singola parte e il posizionamento in un luogo sicuro. Prima di utilizzare qualsiasi attrezzatura, betoniera inclusa, è sempre necessario fare una sorta di revisione, specie se non si impiega da molto tempo nei lavori. Questa norma è la prima che andrebbe seguita perché un cantiere sia veramente sicuro.