Il nuovo ponte di Annone Brianza è stato varato al termine degli interventi portati avanti dall’Anas. La nuova infrastruttura, che prende il posto di quella crollata nel 2016, è costituita da un’unica campata in acciaio ad alta resistenza, con soletta in calcestruzzo armato, appoggiata sulla parte inferiore di due travi laterali in acciaio. In questo modo viene conferita una luce libera maggiore rispetto a prima. Tra i vantaggi portati, si eviterà che i camionisti impattino con l’arcata indebolendola, come invece successo con il ponte collassato.

Per sollevare l’impalcato, di 250 tonnellate, è stato necessario l’utilizzo in simultanea di tre gru. Il ponte, lo ricordiamo, si trova in provincia di Lecco a scavalco della statale 36 del Lago di Como e dello Spluga, in corrispondenza del chilometro 41,200.

L’intervento, concordato nei giorni scorsi presso la Prefettura di Lecco con le Forze di Polizia, la Regione Lombardia, le Provincie di Lecco e Sondrio e i Comuni interessati dal provvedimento, si è svolto secondo i programmi e tutte le modalità tecniche previste.

Il valore complessivo dei lavori di realizzazione del nuovo cavalcavia di Annone Brianza ammonta a circa 2 milioni di euro. La sezione stradale del nuovo ponte ha inoltre incluso la realizzazione di percorsi separati per ciclisti e pedoni, protetti da idonee barriere. Adesso saranno necessari circa 30 giorni ulteriori per l’allestimento della struttura tramite realizzazione della sede stradale e delle piste ciclabili, installazione dell’impianto di illuminazione, la posa delle barriere laterali e infine il collaudo dell’intera opera.