Parte l’iniziativa #bloccadegrado, con la quale l’Ance scende in campo per combattere burocrazia e degrado del territorio. L’iniziativa, che si sta sviluppando su scala nazionale, mette nel mirino due problematiche che storicamente attanagliano l’Italia: il degrado, per l’appunto, ma anche quella burocrazia che spesso e volentieri rappresenta un freno nei confronti delle iniziative volte al miglioramento di opere e infrastrutture.
Due problemi di grande entità per tutti i soggetti coinvolti.


Chi vorrà partecipare all’iniziativa lo potrà fare scattando fotografie e condividendole sui social network. A tal fine è stato ideato un apposito hashtag #bloccadegrado. In parallelo è anche stato lanciato il sito www.bloccadegrado.it finalizzato a raccogliere tutti i casi di degrado presenti sul territorio nazionale.
“E’ arrivato il momento di denunciare lo stato di incuria e abbandono in cui versano gran parte delle infrastrutture, dei centri urbani, degli edifici, delle scuole e degli spazi verdi del nostro Paese – spiegano i promotori dell’iniziativa – Limmobilismo burocratico-amministrativo sta portando inesorabilmente le città e la qualità della vita a un livello di tolleranza non più accettabile. E’ necessario reagire, non possiamo abituarci al decadimento, all’immobilità e all’invivibilità dei nostri territori”.

Per segnalare i casi di degrado è possibile scattare fotografie delle aree interessate con a fianco l’apposito cartello o il nastro prestampato disponibili sul sito. Successivamente il materiale può essere inviato a www.bloccadegrado.it previa compilazione dell’apposito modello di segnalazione.