Ieri è stato abbattuto il diaframma del portale sud della nuova linea ferroviaria di base tra Italia e Austria, nella zona della stazione di Fortezza, che collegherà la ferrovia storica con la galleria di base.

Con la distruzione del diaframma si compie un importante, nuovo passo avanti nella costruzione della nuova galleria ferroviaria tra Italia e Austria.

L’abbattimento del diaframma è avvenuto mediante l’uso di cariche di dinamite localizzate e ha avuto luogo nel lotto meridionale del cantiere, che si trova nella zona di Fortezza, dove lavora il consorzio formato da Rti Salini-Impregilo, Strabag, Integra e Collini.

Questo lotto serve per costruire la parte di ferrovia che collegherà il tunnel di base con la linea storica e quindi con la stazione di Fortezza e dovrebbe completarsi entro il 2022.

La nuova ferrovia passerà sotto l’autostrada A22, la Statale 12, il fiume Isarco e l’attuale linea ferroviaria. Commentando l’evento, il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha ricordato che “attualmente ben due terzi del trasporto merci, pari a circa 40 milioni di tonnellate, attraversa il Brennero viaggiando su gomma, mentre solo un terzo utilizza il treno. Una volta completato il tunnel, questo rapporto sarà ribaltato”.