Apre oggi GIC 2018 a Piacenza. Si tratta dell’unica manifestazione nazionale interamente dedicata alla filiera del calcestruzzo.

Saranno numerose le tematiche e i focus che saranno affrontati durante la manifestazione piacentina che ospiterà anche due aree tematiche ad hoc: Idrexpo e ConPaviTexpo.

 

IDREXPO: FOCUS SULLA DEMOLIZIONE
IDREXPO – Italian Demolition & Recycling Expo, un’area tematica dedicata interamente alle macchine e alle attrezzature per il taglio e la demolizione delle strutture in calcestruzzo, ma anche a quelle necessarie per la selezione, il riciclaggio e il trasporto degli inerti.

La demolizione è un’attività strettamente connessa alla costruzione e alla manutenzione. In una fiera dedicata al calcestruzzo, questo aspetto non poteva non essere preso in considerazione. A Idrexpo saranno esposte tutte le più recenti novità del settore, declinate nelle molteplici tipologie di attività, dalla demolizione classica con frantumatori alla demolizione e alla decostruzione controllate.

Il settore in Italia è frammentato e caratterizzato da numerosi produttori di attrezzature che vengono utilizzate sia da un numero contenuto di imprese specializzate in demolizione e decostruzione, sia da una miriade di piccole e medie imprese edili che effettuano interventi di demolizione montando le attrezzature su un escavatore. Dal momento che l’80 per cento del calcestruzzo è composto da inerte, un altro comparto estremamente importante, che sarà presente al GIC/Idrexpo, è quello della demolizione in cava.

Ovunque sono necessari interventi: nel settore residenziale, dove da anni la ristrutturazione costituisce il comparto trainante dell’edilizia, è frequente la demolizione controllata, volta a salvaguardare la stabilità delle strutture, anche nei casi di riqualificazione energetica profonda.

Anche nel tristemente noto e attualissimo settore delle infrastrutture, ponti e viadotti necessitano di costante manutenzione e di interventi di demolizione quasi “chirurgica”. «A volte – chiarisce Valeriano Parizzi – Sales e Marketing Manager Italia della Tyrolit, uno dei maggiori produttori mondiali di utensili e di macchine per la demolizione controllata – è più difficile decostruire e demolire parzialmente intervenendo in modo chirurgico piuttosto che costruire ex novo lavorando su un progetto specifico. La decostruzione va a rimediare a errori di progettazione, a cambi di utilizzo o a interventi per mantenere in efficienza edifici, strutture, viadotti e gallerie, piuttosto che a smantellare impianti industriali obsoleti o centrali nucleari dismesse. In Italia avremmo un enorme potenziale, ma come sempre il Paese è penalizzato dalla mancanza di fondi, da una burocrazia tentacolare e spesso anche da una carenza di formazione. Penso che il GIC, nella sua formula innovativa di fiera estremamente specializzata e con un’ ampia offerta di workshop e incontri di approfondimento, possa contribuire a colmare questa lacuna: ero già presente alla prima edizione e sono contento che quest’anno venga dedicato più spazio al nostro specifico comparto».

A Idrexpo il visitatore potrà trovare le ultime novità del mondo della demolizione. Tra i numerosi espositori, la Brokk, sarà per esempio presente al GIC con la gamma completa dei tre brand – Brokk, Aquajet e Darda – e presenterà le macchine elettriche radiocomandate di ultima generazione a marchio Brokk, particolarmente silenziose e ideali da utilizzare anche in città negli spazi confinati, mentre per Simex i prodotti di punta esposti in fiera saranno una vagliatrice particolare, in grado di selezionare varie pezzature e ridurre al minimo il materiale residuo e una fresa, montabile su escavatori da 15 a 40 q, da utilizzare per fresare l’intonaco dai muri, particolarmente indicata per gli interventi di ristrutturazione su grandi superfici.

Anche nell’area convegnistica non mancheranno gli approfondimenti sulle tematiche legate alla demolizione. Venerdì 9 novembre è infatti in programma un workshop organizzato in collaborazione con AIDECO – Associazione Italiana Demolizione Controllata, EDA – European Demolition Association e IACDS – International Association of Concrete Drillers and Sawers. Un importante momento di confronto internazionale sul panorama internazionale del settore.