Drytech parteciperà alla prossima edizione di GIC – Giornate Italiane del Calcestruzzo, che si terrà a Piacenza dall’8 al 10 novembre.

In occasione della manifestazione l’azienda svizzera che in Italia ha la propria sede a Montano Lucino (CO) presenterà le sue innumerevoli soluzioni, sia per quanto riguarda il Sistema Vasca Drytech (strutture impermeabili in falda), che per quanto riguarda i suoi Sistemi di iniezione, ideali per eseguire opere di risanamento.

SISTEMA VASCA DRYTECH 

Si tratta di un sistema che introduce il concetto di Progettazione dell’Impermeabilizzazione. Questo approccio garantisce l’efficienza dell’impermeabilizzazione, una progressione più rapida del cantiere nel suo complesso e il risparmio di tempo, materiale e smaltimento.

Il Sistema Vasca Bianca® si basa su una struttura singola in calcestruzzo impermeabile Drytech e sull’impermeabilizzazione di fessure, giunti e attraversamenti con iniezioni di Resina elastica ed espansiva DRYflex. Tutti i tipi di dettagli vengono predisposti all’iniezione impermeabilizzante con il programma DRYset, che è composto da soli 4 elementi.

SISTEMA DI INIEZIONE DRYTECH

I sistemi di risanamento Drytech si basano su interventi di iniezione realizzati dall’interno, senza sbancamenti o demolizioni e, soprattutto, con un impatto minimo o nullo sull’operatività della struttura.

Nel caso di un tunnel della metropolitana, ad esempio, non si deve bloccare la circolazione dei treni, perché si interviene durante la chiusura notturna. Nei sottopassi l’intervento non condiziona la circolazione superiore. In un parcheggio sotterraneo le limitazioni temporanee riguardano solo un paio di posti auto nei pressi del punto d’iniezione. Nel risanamento di una diga non è necessario svuotare l’invaso, perché le resine DRYflex sono efficaci anche in presenza d’acqua in pressione.

L’efficacia dei sistemi di risanamento Drytech risiede nella precisione dell’intervento mirato.
Agendo con iniezioni puntuali direttamente nell’area da risanare si riesce a verificare immediatamente l’esito dell’intervento.

La qualità elastica della resina DRYflex dà inoltre la possibilità, se necessario, di reiterare l’iniezione, garantendo così la manutenzione della costruzione risanata.